Tu sei qui: Home / Specie / 159

Platynereis australis

classificazione
RegnoAnimalia
PhylumAnnelida
ClassePolychaeta
SottoclasseErrantia
OrdinePhyllodocida
SottordineNereidiformia
FamigliaNereididae
SottofamigliaNereidinae
GenerePlatynereis

dettagli specie su WoRMS

vista specie sulla mappa

Definizione

Platynereis australis
Heteronereis australis Schmarda,1861; Platynereis magalhaensis Kinberg, 1866

Descrizione

Il genere Platynereis Kinberg, 1866, presenta proboscide con paragnati chitinosi in entrambi gli anelli (orale e mascellari) ad eccezione dei gruppi I e V, e di due tipi: conici e a barrette pettinate. 4 paia di cirri tentacolari. Parapodi biramosi eccetto i primi due. Le notosete sono solo spinigere e falcigere omogonfe, le prime a volte fuse a formare falcigeri semplici (non articolati); le neurosete includono spinigeri omo- ed eterogonfi, e falcigeri eterogonfi. La specie Platynereis australis (lunghezza ca. 30-50 mm) presenta prostomio più lungo che largo con grossi palpi rigonfi w cirri tentacolari piuttosto lunghi. Proboscide con file oblique di paragnati perttinati in tutti i gruppi degli anelli orale e mascellare ad eccezione del I e V. Parapodi anteriori con due lobi notopodiali grandi e arrotondati, un lobo intermedio piccolo e un lungo cirro dorsale. Nei parapodi posteriori vi sono due lobi notopodiali conoci con cirro dorsale più lungo, ed a volte un rudimentale lobo setigero ed un cirro dorsale della stessa lunghezza.Parapodi posteriori simili ma con lobo più lungo. Le notosete comprendono numerosi spinigeri mentre i falcigeri omogonfi sono assenti; le neurosete includono spinigeri e falcigeri, questi ultimi con articolo a punta ricurva e portante un legamento (tendine) all'estremità. La specie presenta stadio epitoco di heteronereis. Una buona descrizione della specie (anche se non su esemplari Mediterranei) è reperibile in Day (1967).
Non riportata in letteratura.
Sconosciuto per la specie, conosciuto per la famiglia (Bhaud, 1987).
3 specie del genere Platynereis in Mediterraneo.
Senza dati.
(Vi sono altre 3 specie del genere Platynereis in Mediterraneo e lungo le coste italiane (Castelli et al., 1995). P. australis tuttavia si differenzia dalle altre specie per l'assenza negli individui adulti delle grandi setole falcigere omogonfe nei notopodi dei parapodi medi e posteriori, e per la presenza di lobi notopodiali e cirri dorsali più lunghi nei parapodi posteriori. Castelli et al. (1995), indicano una attribuzione dubbia della specie, ma ad analisi più recenti (Castelli A. com. pers.) la specie pare valida.
Sconosciuta, come altre Platynereis va incontro a trasformazione epitoca (stadio di heteronereis) durante la riproduzione

Habitat

Ambienti di estuario (?).
Sconosciute.

Distribuzione

Africa Sud-occidentale, Nuova Zelanda, aree Sub-antartiche.
Auckland (Nuova Zelanda).
Castelli, 1992 (sacca di Barma Marco, foce del Po) (Castelli A., com. pers.).
Castelli, 1992 (sacca di Barma Marco, foce del Po) (Castelli A., com. pers.).
Probabilmente larve, in ballast water.
Sconosciute.
Non nativo, abbondante nel bacino levantino.
Sconosciuti.

Impatti

Sconosciuta.

Riferimenti

Castelli A. (Dip.to Scienze Ambientali e dell'Uomo, Università di Pisa).

Bibliografia

Bhaud M. (1987) - Description and identification of polychaete larvae: their implication in current biological problems. Oceanis, 13 (6): 596-753.
Castelli A., M. Abbiati, F. Badalamenti, C.N. Bianchi, G. Cantone, M.C. Gambi, A. Giangrande, M.F. Gravina, P. Lanera, C. Lardicci, A. Somaschini, P. Sordino (1995) - Annelida Polychaeta, Pogonophora, Echiura, Sipuncula. In: Minelli A., S. Ruffo, S. La Posta (eds) Checklist della Fauna d'Italia", 19. Calderini: 45 pp.
Day J.H. (1967) - A monograph on the Polychaeta of Southern Africa (Part I). British Museum (Natural History) Publication, 656: 1-459.
Rozbaczylo N., Bolados J. (1980) – Nereidos de Iquique, Chile. Bol. Mus. Nac. Hist. Nat. Chile, 37: 205-224.