Tu sei qui: Home / Specie / 150

Bonnemaisonia hamifera

classificazione
RegnoPlantae
PhylumRhodophyta
SottodivisioneEurhodophytina
ClasseFlorideophyceae
SottoclasseRhodymeniophycidae
OrdineBonnemaisoniales
FamigliaBonnemaisoniaceae
GenereBonnemaisonia

dettagli specie su WoRMS

vista specie sulla mappa

Definizione

Bonnemaisonia hamifera
Bonnemaisonia intricata (C. Agardh) P.C. Silva Trailiella intricata (C. Agardh) Batters Asparagopsis hamifera (Hariot) Okamura

Descrizione

Talli gametofitici eretti, alti fino a 20 cm, costituiti da un asse largo 1 mm portante rami opposti, spiralati e diseguali. Il ramo più lungo, fino a 2 mm, è curvato all'apice ed è inserito sull'asse principale con un angolo di circa 60°, il ramo opposto è più corto e forma una protuberanza. Alcuni dei rami corti si trasformano in organi riproduttori o in assi indeterminati con la caratteristica forma ad uncino. Il tallo tetrasporofitico è costituito da filamenti uniseriati, irregolarmente ramificati, attaccati al substrato da rizoidi unicellulari o da apteri multicellulari. Ciascuna cellula del filamento porta nella parte superiore una piccola cellula secretrice incolore e rifrangente. I tetrasporiofiti formano in primavera densi ciuffi rosso brillante.
Rosso scuro.
Bonnemaisonia asparagoides e le specie del genere Asparagopsis.
Circumboreale.
Ciclo trigenetico aplodiplofasico eteromorfo. In Mediterraneo è stato rinvenuto solo il tetrasporofito "Trailiella intricata" generalmente epifita su varie alghe in ambienti profondi.

Habitat

III.6.1. Biocenosi delle alghe infralitorali.
Arricchimento di sostanza organica nei sedimenti.

Distribuzione

Est Atlantico, Nord Pacifico, Mediterraneo.
Oceano Pacifico, Mar Del Giappone.
Isola Galite, Tunisia (Petersen, 1918).
Linosa (Cinelli & al., 1976).
Mediante il fouling, le acque di zavorra, le ancore delle navi commerciali e da diporto e gli attrezzi da pesca.
Dispersione naturale, fouling e gli attrezzi da pesca.
Vagrant.

Impatti

Riferimenti

Erbario del Dipartimento di Botanica dell'Università di Catania.
01/mag/10
Prof. Mario Cormaci

Bibliografia

Alongi G., Catra M. (1999) [1998] - La flora sommersa dell'isolotto di Lampione (Isole Pelagie). Boll. Accad. Gioenia Sci. Nat. Catania, 31: 89-100.
Benhissoune S., Boudouresque C.F., Perret-Boudouresque M., Verlaque (2002) - A checklist of the seaweeds of the Mediterranean and Atlantic coasts of Morocco. III. Rhodophyceae (Excluding Ceramiales). Botanica Marina, 45: 391-412.
Boudouresque C. F. (1970) - Recherches de bionomie analytique, structurale et expérimentale sur les peuplements benthiques sciaphiles de Méditerranée occidentale (fraction algale). Thèse de doctorat, Université d'Aix-Marseille.
CINELLI F., DRAGO D., FURNARI G., GIACCONE G., SCAMMACCA B., SOLAZZI A., SORTINO M., TOLOMIO C. (1976) - Flora marina dell'Isola di Linosa (Arcipelago delle Pelagie). Mem. Biol. Mar. Oceanogr. Univ. Messina, 6: 141-172.;
Conde F. & Seoane J, (1982) - Nuevas aportaciones a la algología del litoral andaluz. Instituto de estudios almerienses. Homenaje almeriense al Botánico Rufino Sagredo. Almería: 83-97.
COPPEJANS E. (1983) - Iconographie d'algues Méditerranéennes: Chlorophyta, Phaeophyta, Rhodophyta. Ed. J. Cramer.Tokyo (1916-1923), IV: 255 pp..
Cormaci M., Furnari G. (1979) - Flora algale marina della Sicilia orientale: Rhodophyceae, Phaeophyceae, Chlorophyceae. Inform. Bot. Ital., 11: 221-250.
Curiel D. (1996) - I popolamenti algali dei moli foranei interni della Laguna di Venezia. Rapporto al comune di Venezia Assessorato all'Ecologia: 1-43.
PETERSEN H.E. (1918) - Algae (excluding calcareous algae). Rep. Danish Oceanog. Biology (Exped. 1908-1910 Medit. adj. seas) 2: 1-20.
OKAMURA K. Icones of Japanese Algae. Plates CLI-CC.
Scammacca B., Giaccone G., Pizzuto F., Alongi G., (1993) - La vegetazione marina di substrato duro dell'isola di Lampedusa (Isole Pelagie). Boll. Accad. Gioenia Sci. Nat. Catania, 26: 85-126.
Serio D. (1994) - On the structure, typology and periodism of Cystoseira spinosa Sauvageau community and Cystoseira zosteroides C. Agardh community from eastern coast of Sicily (Mediterranean sea). Giorn. Bot. Ital., 128: 941-973.