Tu sei qui: Home / Specie / 145

Acrothamnion preissii

classificazione
RegnoPlantae
PhylumRhodophyta
SottodivisioneEurhodophytina
ClasseFlorideophyceae
SottoclasseRhodymeniophycidae
OrdineCeramiales
FamigliaCeramiaceae
SottofamigliaCeramioideae
TribeAntithamnieae
GenereAcrothamnion

dettagli specie su WoRMS

vista specie sulla mappa

Definizione

Acrothamnion preissii
Callithamnion preissii Sonder Acrothamnion arcuatum Wollaston Acrothamnion pulchellum (Harvey) J. Agardh Antithamnion terminale Inagaki

Descrizione

Alga filamentosa formata da una parte prostrata dalla quale si dipartono rami eretti alti 3-4 cm, portanti dei verticilli costituiti da due pleuridi primari e due secondari opposti tra di loro. Ciascun pleuride porta pinnule distiche di lunghezza decrescente dalla base verso l’apice alla cui estremità si trova una cellula secretrice. Forma matasse lanose rossastre.
Rosso pallido.
Le specie del genere Pterothamnion.
Indo-Pacifico.
Ciclo trigenetico aplodiplofasico isomorfo. Rinvenuto in Mediterraneo il tetrasporofito e il gametofito femminile. Specie emisciafila, epilitica, epifita su Posidonia oceanica, Caulerpa prolifera, Caulerpa taxifolia e Caulerpa racemosa.

Habitat

III.2.3. Biocenosi delle sabbie fangose superficiali in ambiente riparato (Associazione Acrothamnietum preissii Di Martino e Giaccone 1997); III.6.1. Biocenosi delle alghe infralitorali; III.5. Prateria a Posidonia (Associazioni a Caulerpa sp.pl.).
Instabilità di sedimentazione in ambienti moderatamente calmi dell'infralitorale.

Distribuzione

Ovest e Sud Australia, Sud Africa, Giappone, Mediterraneo.
Oceano Indiano, Bacino Indo Australiano.
Antignano (Livorno) e Secche della Meloria (Cinelli & Sartoni, 1971).
Antignano (Livorno) e Secche della Meloria (Cinelli & Sartoni, 1971).
Mediante il fouling, le acque di zavorra, delle ancore delle navi commerciali e da diporto e gli attrezzi da pesca.
Dispersione naturale, ancore di imbarcazioni e attrezzi da pesca.
Non Nativo.
Moltiplicazione vegetativa.
Rizofite algali ed epibionti vari

Impatti

Forma matasse lanose rossastre che ricoprono i fondali sia rocciosi che sabbiosi. Feltri misti di questa specie con Womersleyella setacea hanno effetto negativo sulla biodiversità degli habitat bentonici.
Quando questa specie ricopre estesamente i fondali e si accumula negli ambienti può soffocare le altre specie e causare fenomeni putrefattivi con danni all’economia sia della pesca costiera che del turismo subacqueo.
Sconosciuta

Riferimenti

Erbario Dipartimento di Botanica, Univ. di Catania
01/mag/10
Prof. Mario Cormaci

Bibliografia

Boillot A., Caram B., Meinesz A. (1982) - Sur l'Acrothamnion preissii Rhodophycée (Céramiale, Céramiacée) nouvelle pour la Flore Françacise. Cryptogamie, Algologie, 3: 21-24.
Catra M., Giardina S., Giaccone T., Basso D., Giaccone G. [2008a (2007)] – Il Coralligeno del Secchitello di Ustica (Palermo). Biol. Mar. Medit., 14(2): 174-175.
CINELLI F. & G. SARTONI. 1971 (1969). Acrothamnion J.Ag. (Rhodophyta, Ceramiaceae): genere algale nuovo per il mare Mediterraneo. Pubbl. Staz. Zool. Napoli 37: 567-574.
Cinelli F., Salghetti-Drioli U. & Serena F.(1984) - Nota sull'areale di Acrothamnion preissii (Sonder) Wollaston nell'alto tirreno. Quad. Mus. Stor. Nat. Livorno 5: 57-60.
Cinelli F., Sartoni G. (1969) - Acrothamnion J.Ag. (Rhodophyta, Ceramiaceae): genere algale nuovo per il mare Mediterraneo. Pubbl. Staz. Zool. Napoli, 37: 567-574.
Cinelli F., Sartoni G. (1970) - Acrothamnion preissii (Sonder) Wollaston: descrizione del tetrasporofito. Pubbl. Staz. Zool. Napoli, 38: 221-222.
DI MARTINO V. & GIACCONE G. 1997 (1996). La vegetazione a Caulerpa taxifolia (Vahl) C. Agardh nel Principato di Monaco. Boll. Acc. Gioenia, Sc. Nat. Catania, 29: 169-183.
Ferrer E., Ribera M.A., Gómez Garreta M.A. (1995) - The spread of Acrothamnion preissii (Sonder) Wollaston (Rhodophyta, Ceramiaceae) in the Mediterranean Sea: new record from the Balearic Islands. Flora Mediterranea, 4: 163-166.
Piazzi L., Balata D., Cinelli F. - Epiphytic macroalgal assemblages of Posidonia oceanica rhizomes in the Western mediterranean. Eur. J. Phycol., 37: 69-76
Piazzi L., Balestri E., Cinelli F. (1994) - Presence of Caulerpa racemosa in north-western Mediterranean. Cryptog. Algol., 15: 183-189.
Piazzi L., Balestri E., Cinelli F. (1996) - Mappatura e monitoraggio di una prateria a Posidonia oceanica (L.) Delile situata a sud di Livorno (Toscana, Italia). Inform. Bot. Ital., 28: 67-77.
Piazzi L., Cinelli F. (2000) - Effects de l'expansion des Rhodophyceae introduites Acrothamnion preissii et Womersleyella setacea sur les communautés algales des rhizomes de Posidonia oceanica de Méditerranée occidentale. Cryptog. Algol., 21: 291-300.
Piazzi L., Cinelli F. (2001) - Distribution and dominance of two introduced turf-forming macroalgae on the coast of Tuscany, Italy, northwestern Mediterranean Sea in relation to different habitats and sedimentation. Bot. Mar., 44: 509-520
Piazzi L., Pardi G., Cinelli f. (1996) - Ecological aspects and reproductive phenology of Acrothamnion preissii (Sonder) Wollaston (Ceramiaceae, Rhodophyta) in the Tuscan archipelago (Western Mediterranean). Cryptog. Algol., 17: 35-43.
Piazzi L., Pardi G., Cinelli F. (1999) - Algal vertical zonation and seasonal dynamics along a subtidal cliff on Gorgona Island (Tuscan Archipelago, Italy). Plant Biosystems, 133: 3-13.
Piazzi L., Pardi G., Balata D., Cecchi E., Cinelli F. (2002) - Seasonal dynamics of a subtidal North-Western Mediterranean macroalgal community in relation to depth and substrate inclination. Botanica Marina, 45: 243-252.
Sartoni G., Sarti M. (1976) - Sulla presenza a Livorno di Aglaothamnion feldmanniae L'Hardy-Halos. Inform.Bot. Ital., 8: 185.
Thélin I. (1984) - Nouvelle signalisation d’Acrothamnion preissii (Sonder) Wollaston sur les côtes françaises de Méditerranée. Trav. sci. Parc. nat. Port-Cros, Fr., 10: 171-172.