Tu sei qui: Home / Specie / 107

Fabriciola ghardaqa

classificazione
RegnoAnimalia
PhylumAnnelida
ClassePolychaeta
SottoclasseSedentaria
InfraclasseCanalipalpata
OrdineSabellida
FamigliaFabriciidae
GenereFabriciola

dettagli specie su WoRMS

vista specie sulla mappa

Definizione

Fabriciola ghardaqa
Nessuno

Descrizione

I Sabellidae sono dei policheti tubicoli con prostomio ridotto e fuso al peristomio formante una corona branchiale. Questa struttura è formta da numerosi radioli che a loro volta portano delle pinnule che ne aumentano la superficie. Il corpo è suddiviso in torace e addome. Nel torace il notopodio porta chete e il neuropodio uncini che servono ad ancorare l’animale al tubo. Nell’addome la posizione di chete e uncini è rovesciata. La corona branchiale serve nella respirazione ma soprattutto per la filtrazione. L’anello peristomiale collegato al primo segmento toracico è caratterizzato dalla presenza di un collare atto alla costruzione del tubo. Nella sottofamiglia delle Fabricinae il torace possiede sempre 8 segmenti mentre l’addome ne possiede solamente da 3 a 4. Per questa ragione queste piccole fome hanno le gonadi nel torace. Il collare deriva dal primo anello peristomiale e non è omologo a quello delle Sabellinae. La corona branchiale possiede un paio di cuori branchiali, e pinnule che raggiungono l’apice dei radioli. La caratteristica che contraddistingue questa sottofamiglia è soprattutto l’assenza dello scheletro come supporto dei radioli. Il genere Fabriciola Friedrich, 1939, è caratterizzato dalla presenza di 2 filamenti ventrali non vascolarizzati che il verme utilizza come palpi, nonché di un collaretto ben sviluppato. F. ghardaqa è una piccola specie interstiziale di circa 2 mm con 3 paia di radioli e appendici filamentose ventrali più corte dei radioli che all’apparenza possono essere confuse con le lunghe pinnule. Il collare membranoso ha il margine liscio e ampiamente separato ventralmente. I cuori branchiali sono molto sviluppati.
Senza una particolare pigmentazione.
Sviluppo lecitotrofico probabilmente diretto (tipico delle specie interstiziali).
Fabriciola tonerella Banse, 1956.
Specie Indo-Mediterranea.
Filtratore interstiziale.

Habitat

Fondi duri superficiali (Giangrande, 1999).
Sconosciute

Distribuzione

Mar Rosso: Ghardaqa (Banse,1959), Golfo di Elat (Ben Eliahu, 1975); Mediterraneo: Brindisi (Giangrande, 1999).
Oceano Indiano (Banse,1959), Mar Rosso (Ghardaqa) (Banse,1959).
Adriatico (Brindisi) (Giangrande, 1999).
Adriatico (Brindisi) (Giangrande, 1999).
Movimenti dell’adulto.
Rafting di adulti.
Attualmente limitata alle coste del Sud Adriatico anche se mancano segnalazioni nel bacino orientale la distribuzione fa pensare ad una migrazione lessepsiana.
Sconosciuti
Sconosciute

Impatti

Sconosciuta

Riferimenti

Collezione LZL (Laboratorio di Zoologia di Lecce) Adriana Giangrande.
01/feb/10
Prof.ssa Adriana Giangrande

Bibliografia

Banse, K. (1959) - Fabricia acuseta n. sp., Fabriciola ghardaqa n. sp. und Oriopsis armandi (Claparède) aus dem Roten Meer (Sabellidae, Polychaeta).-Kieler Meersforsch. 15: 113-116.
Ben-Eliahu, M. N. (1975) - Polychaete cryptofauna from risms of similar intertidal vermetid reefs on the Mediterranean coast of Israel and in the Gulf of Elat: Sabellidae (Polychaeta: Sedentaria). Israel Journal of Zoology. 24: 54-70.
Giangrande A. & Montanaro P. (1999) - Sabellidae (Polychaeta) del Mediterraneo: la distribuzione delle specie è fortemente correlata a quella degli specialisti. Biol. Mar. Medit. 6 (1): 216-220.